Per la categoria Classic: Franco Picco leggenda del fuoristrada, Francesco Agnoletto, CEO di MotorBikeExpo il pilota Maurizio Sanna ed il giornalista-testerAndrea Perfetti, da Sanremo a Sestriere, in sella alle nuove Teneré 700.

Un weekend da appassionati veri quello della 11ª edizione di HAT Hardalpitour che ha visto oltre 450 partecipanti – divisi nelle tre categorie Extreme, Classic, e Discovery – attraversare l’Italia dal mare alla montagna e più precisamente da Sanremo a Sestriere.

Il viaggio-avventura per eccellenza che, nel corso degli anni, è diventato il punto di riferimento in Europa degli amanti del touring e del fuoristrada (il 70% del percorso è off-road) con una partecipazione che richiama piloti da oltre i confini continentali.

Fin dalla partenza e progressivamente procedendo dal Mar Ligure alle Alpi si assapora un gusto di romanticismo assoluto che si mescola alla fatica e alla sana follia, che spinge la passione chilometro dopo chilometro: per la precisione ben 850 per la categoria Extreme, 530 per la Classic e 450 per la Discovery, con molte più ore di moto in confronto a quelle di riposo e con ben venti punti ristoro lungo il percorso, utilizzati per rifocillarsi e per recuperare energie mentali e fisiche per ripartire al più presto. Insomma una vera avventura che gli organizzatori dell’evento descrivono con il termine adventouring.

Tra i tanti i nomi illustri tra gli iscritti, la “delegazione” di Yamaha, che si riconferma main partner dell’evento, composta da un gruppo di protagonisti del mondo delle due ruote.

Si parte con la leggenda del fuoristrada, Franco Picco, nato crossista e diventato uno dei riferimenti dei rally africani, protagonista di 27 Dakar ed innumerevoli altre gare tra le dune del deserto e attualmente testimonial dell’emozionante Africa Eco Race.

Poi Francesco Agnoletto, CEO e fondatore di MotorBikeExpo, una delle fiere più importanti al mondo dedicata alle due ruote, che raduna a Verona oltre 170.000 appassionati nel mese di gennaio;

Dalla Sardegna, Maurizio Sanna, pilota ufficiale, nonché dealer, di Yamaha, amante dei rally e di mototurismo.

Andrea Perfetti, giornalista e tester tra i più seguiti sul web ed in particolare su YouTube con le sue prove tecniche.

Tutti in sella alla nuovissima Yamaha Teneré 700, una delle moto più attese del 2019 e finalmente disponibile per il grande pubblico.

24 ore consecutive di guida, con una suggestiva partenza da Sanremo dov’era allestito il Village Yamaha, con l’esposizione dei modelli che hanno fatto la storia di Yamaha Tenerè, l’hospitality di MotorBikeExpo, l’assistenza Garmin per la strumentazione di gara e tanti altri espositori che gravitano attorno al mondo del turismo e del fuoristrada. Dopo il briefing tecnico e il party al Casinò per la Categoria Extreme è il momento del tanto atteso “via!” in notturna. Il giorno seguente un’emozionante partenza anche per le categorie Classic e Discovery.

Motor Bike Expo è sempre più protagonista attivo del panorama fuoristradistico e del turismo; stiamo investendo molto in questo settore che merita di emergere e di svilupparsi ulteriormente, perché è impregnato di passione e di motociclisti veri, questi due elementi legano naturalmente HAT e MBE; è stato davvero bello essere partner e allo stesso tempo parte integrante di questo evento. Ringrazio lo staff di Yamaha che anche in queste occasioni rinnova il rapporto d’amicizia tra le nostre due aziende e tra le persone che ne fanno parte.” Così Francesco Agnoletto all’arrivo a Sestriere.

Tra gli altri piloti presenti si sono visti i dakariani Aldo Winkler e Bruno Birbes, l’inglese Mark Kinnard (3° assoluto alla Gibraltar Race 2019), Renato Zocchi (1° di classe alla Gibraltar Race 2019), il giovane Lorenzo Piolini (vincitore del Rally d’Algeria 2019 e 8° assoluto al TransAnatolia 2019) e il tedesco Stefan Heßler (4° di classe all’Hellas Rally).

,
Articoli simili
Latest Posts from Motoby