X-Trial - Toni Bou in lockdown

Dopo aver conquistato il 27° titolo di campione del mondo X-Trial, scopriamo come vive il pilota spagnolo Toni Bou con le attuali condizioni di lockdown.

Il Coronavirus ha modificato i piani di praticamente tutti gli atleti del mondo con l’annullamento delle competizioni e il divieto degli sport all’aperto. Oggi, la conclusione del campionato X-Trial è stata ufficialmente confermata, consegnando nelle mani del pilota spagnolo Toni Bou il 27° titolo, dopo che il pilota ha vinto tutti gli eventi a punti della stagione. Con le attuali condizioni di lockdown, scopriamo come vive il campione trial.

Toni Bou X-trial champion

Toni, abbiamo visto tutti il video virale che hai pubblicato all’inizio del lockdown, guidando la tua moto in casa… ma… in che modo Toni Bou sta vivendo l’isolamento?

Un po’ come tutti gli altri, come meglio posso. È una situazione difficile per tutti. E siamo fortunati a rimanere a casa, mentre altri hanno il compito di porre fine a tutto. Voglio incoraggiare e ringraziare tutti coloro che stanno facendo uno sforzo così enorme. Da parte mia, sto cercando di non perdere la mia forma fisica e mi sto comportando come se fosse un allenamento pre-stagionale, anche se sono a casa… il che è piuttosto complicato, ma con il cambio di ritmo, proverò ad allenarmi nel modo migliore possibile e, si spera, riesca a raggiungere la fine del lockdown in ottima forma fisica. Questo è ciò che mi tiene motivato in questi giorni.

Quali sono le regole per i cittadini nella zona in cui vivi? Uscire è limitato?

Sì, c’è un decreto che limita tutto e le persone sono confinate nelle loro case. Puoi solo uscire per acquistare ciò che è veramente essenziale.

Che esercizi fai?

Portare il cane è l’unica cosa che possiamo fare per uscire e può uscire solamente una persona.

X-Trial - Toni Bou in lockdown

Che sport pratichi?

La cyclette. Cardio fondamentalmente. Non posso fare nient’altro. Esercizi di base e molto stretching…

Ti occupi della dieta?

La nostra dieta normale è controllata. Quindi, non credo che vada cambiata in questo momento. Per ora è sufficiente prestare attenzione a ciò che mangiamo.

Cosa hai fatto con la moto?

Il video e nient’altro. Qualsiasi altra cosa è un rischio. Ho realizzato il video senza correre rischi; è divertente per tutti ed è stato divertente anche per me. Fino a quando tutto questo non sarà finito, non utilizzerò la moto. Nel mio caso, questa pausa mi farà bene. Ho avuto alcune fastidiose lesioni e ora sarà bene superarle completamente. Devi essere positivo e approfittarne per guarire quelle parti più deboli.

X-Trial - Toni Bou in lockdown

Il 2020 X-Trial World Championship è terminato prima del previsto. Qual è la tua valutazione finale dopo aver vinto tutti e cinque gli eventi?

È un peccato aver finito il campionato in questo modo. Abbiamo fissato uno standard molto elevato, con alcune prove molto ravvicinate con Adam (Raga). Avendo vinto tutte e cinque le prove, la valutazione finale non avrebbe potuto essere più positiva. È stato un anno davvero buono per noi, contro un avversario che rende sempre il campionato molto difficile. Ho dovuto lottare duramente e in tutte le finali, con la squadra che dava sempre il 100%. Questo è un titolo che ricorderò per sempre: vincere di nuovo a Barcellona è stato un momento incredibile per me. È un peccato non averlo potuto celebrare in Andorra con i miei amici, ma capisco perfettamente, vista la situazione attuale.

Cosa ti aspetti per il 2021?

Speriamo di avere un calendario X-Trial con molti eventi che saremo in grado di finire! Penso che sarà un Outdoor World Championship con molte prove impegnative, proprio come piace a noi.

X-Trial - Toni Bou in lockdown

Quindi, l’inizio dell’Outdoor World Championship è stato ritardato. Sei sicuro di poter competere in tutte le date?

Ora è super difficile sapere cosa accadrà. È una situazione insolita per tutti e per lo sport in generale. Almeno saremo in grado di recuperare il format di due giorni di gara, sabato e domenica. Fare l’intero calendario sarà complicato. Se fai cinque GP di doppia data, sono già dieci prove. Speriamo che sia così. Non ci sono molte altre opzioni…

Pensi che tutti i piloti arriveranno al primo evento a parità di condizioni?

Non si può sapere. Sarà complicato per tutti. Stiamo vivendo una situazione difficile e, a seconda di come il Coronavirus influisce sul paese in cui vivi, potresti avere più o meno opzioni. Quando la curva inizierà ad appiattirsi, sarà diverso.

Che cosa comporta la tua routine quotidiana?

Mi alzo, porto a spasso il cane, faccio colazione e la mia routine sportiva è 1h30 di cyclette, palestra e stretching. Preparo il pasto, forse un po’ più tardi del solito, un po’ di televisione e social network per cercare di rimanere aggiornato e scoprire cosa dovrei fare. Palestra nel pomeriggio, un po’ più facile, per circa un’ora. Doccia, cena, TV e sonno…

X-Trial - Toni Bou in lockdown

E la moto?

Non ho più toccato la moto dall’ultimo video. Non ho dovuto fare alcun tipo di manutenzione o altro. È pulita e priva di polvere, pronta per quando tutto sarà finito.

Quali precauzioni stai prendendo contro il Coronavirus?

Non ho una maschera. Se devo uscire per qualcosa di urgente, provo ad andare al distributore di benzina nelle vicinanze, per prima cosa al mattino, quando non c’è quasi nessuno. Mi lavo molto bene le mani – anche questo è importante. Compro cibo online e lo consegnano a casa mia. Non vado in nessun supermercato per evitare il contatto con la gente.

Infine… vuoi inviare un messaggio ai fan?

Vorrei in particolare ringraziare gli operatori sanitari e altri professionisti che stanno lavorando così duramente e combattendo per tutti noi. Abbiamo il compito più semplice e tutto ciò che dobbiamo fare è restare a casa per superare questo momento difficile. Buona fortuna e i miei migliori auguri a tutti coloro che hanno familiari e amici interessati. Tutto tornerà presto alla normalità.

, ,
Articoli simili
Latest Posts from Motoby